“Mai senza voce”

“Le piazze purtroppo quest’anno saranno vuote, ma la paura non ci appartiene, con la rabbia lottiamo tutte assieme”.

Inizio della diretta

Mai senza voce, trasmissione radiofonica in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre. A causa del Covid quest’anno le piazze resteranno vuote e come Collettivo Donne in Tandem abbiamo pensato ad una lunga maratona radiofonica collaborando con diverse realtà che operano nel settore.

Collegamento telefonico con Maria Devigili.

Maria Devigili cantautrice, videomaker e producer di Trento. Nel 2011 vince il Premio Pavanello che la porta alla pubblicazione del primo ep “La semplicità”.

Il brano “Io, tu e le cose” chiuderà la nostra maratona radiofonica, un brano che ci è piaciuto molto non solo per il sound ma per il contenuto: la canzone parla del ciclo in un senso più ampio, ovvero l’essere se stesse e la difficoltà nel seguire le proprie ambizioni nella nostra società.

Un dialogo tra Daniela Tonolli ed Elena Biaggioni.

Elena Biaggioni avvocata penalista di Trento, si occupa da anni di cause legate alla violenza sulle donne. Attivista, è vicepresidente del Centro Antiviolenza di Trento ed è la referente Nazionale dei Centri Antiviolenza sparsi sul territorio.

Abbiamo chiamato al telefono per introdurre il suo contributo. Daniela Tonolli non è solo un’amica di Radio Tandem ma un’attivista e cuore pulsante di NonUnDiMeno Trento, nonché femminista furiosa!

Liwingwomen e collegamento telefonico con Marika Mottes.

Francesca de Pretis è educatrice sessuale e formatrice: da anni si occupa di educazione sessuale e affettiva nelle scuole del Trentino. Blogger per la rubrica SexEd su www.livingwomen.net ed attivista militante di NonUnaDiMeno Trento.

Marika Mottes si occupa di comunicazione. Nel 2012 ha fondato e collabora con il blog collettivo livingwomen.net

Marika e Francesca hanno dato il loro contributo alla nostra iniziativa confrontandosi su due temi: “il rapporto tra la follia femminile e la violenza ovvero il legame a doppio filo tra salute mentale e violenza sulla donna” e “il potere nella violenza – potere e privilegio”.

La lettera di Debora.

Un momento molto toccante della nostra diretta è stata la lettura della lettera scritta ed inviataci  da Debora Pomarelli, sorella di Elisa Pomarelli, vittima di femminicidio, brutalmente uccisa il 25 agosto del 2019 a Carpaneto Piacentino.

GEA Bolzano.

Mirca Zanoni, operatrice di Gea ci ha raccontato come funziona il centro di ascolto e come opera GEA. L’Associazione Gea – per la solidarietà femminile contro la violenza è un’associazione di donne apartitica, aconfessionale e senza scopo di lucro, impegnata a valorizzare e promuovere il pensiero femminile, sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza alle donne e sostenere le donne che subiscono violenza all’interno e/o all’esterno delle relazioni familiari ed i/le loro figli/e.

Collettivo Transfemminista Queer Trento ed Elisa Bellé.

Elisa Bellé sociologa e ricercatrice all’ Università di Trento è membro del Collettivo Transfemminista Queer di Trento. L’abbiamo chiamata al telefono per raccontarci della sua ricerca. Seguono due interventi del Collettivo realizzati da Luciano Forlese.

Chiusura della nostra diretta.